Cooperativa MuBAC

MUBAC è un sogno che diventa segno nel gennaio del 2015, quando in coda ad un lungo lavoro di organizzazione ed approfondimento, viene formalizzata l’intesa che porta alla nascita di una cooperativa in realtà immaginata sin dalla primavera del 2014. Il calendario segna i giorni che precedono la visita pastorale di Papa Francesco alla Diocesi di Cassano Ionio: in città iniziano ad arrivare giornalisti e curiosi. Tutti portano con sé l’idea di una città chiusa, preda della criminalità organizzata che miete vittime e sparge sangue. Ma una volta a Cassano, la paura cede il passo allo stupore ed infine alla meraviglia: in tanti ammettono d’essere rimasti vittima del pregiudizio e si producono in elogi ed ammirazione per le risorse ambientali e culturali del territorio. In particolare, in tantissimi restano estasiati dal fascino dei beni culturali diocesani: dalle chiese alla Cattedrale (all’epoca non ancora elevata al rango di Basilica) al santuario della Madonna della Catena. E sulle bocche di tutti un commento già risuonato diverse volte in passato: “Peccato che non siano conosciuti e meglio valorizzati”.

 
È in quel momento che il germe della volontà inizia a farsi strada. E quando nella Piana di Sibari davanti ai 200.000 accorsi ad ascoltarlo Papa Francesco lancerà la scomunica ai mafiosi, invitando alla speranza, è la speranza che prende piede. D’intesa con monsignor Galantino, con la spinta ed il sostegno determinanti della Caritas e degli animatori di comunità del Progetto Policoro, mossi dall’intento di non disperdere il patrimonio di energie, intelligenze e vivacità messo insieme nei giorni della visita del Papa e fortificato dalle sue parole, si inizia a programmare un progetto di unificazione delle realtà componenti il patrimonio culturale diocesano. Si lavora alla messa in rete e dopo qualche mese, si arriva al primo traguardo: istituire il polo culturale diocesano, affidandone la gestione e la cura, oltre che lo sviluppo, ad una cooperativa nella quale confluiscono anche le figure professionali che sino a qualche settimana prima avevano prestato la loro opera in favore della diocesi nel settore dei beni culturali.
Tutti insieme, sulla strada del lavoro, verso nuovi orizzonti. Perché l’obiettivo, ambizioso, resta quello di creare occupazione nel solco degli insegnamenti evangelici, favorendo la partecipazione all’iniziativa dei giovani e comunque di quanti hanno sempre sognato di poter offrire il loro contributo all’utilizzo dei beni culturali diocesani in chiave anche economica, senza mai prescindere dalla loro intangibile dimensione religiosa.
Difficile farlo? Più difficile, forse, pensarlo. Le difficoltà non mancano, ovvio. Ma in pochi mesi già tanto può considerarsi fatto: isole diverse ora riunite sono diventate terra sulla quale coltivare speranza con i semi dell’impegno. Un buon segno, per iniziare il cammino.
 
Servizi offerti:
 
1. La cooperativa svolge attività di promozione, progettazione, programmazione, coordinamento, erogazione e gestione di servizi nel settore turistico e così: strutture ricettive, turistico – ricreative.
2. Gestisce centri di informazione e accoglienza turisti, biglietterie, centri prenotazione per visite guidate, lavori di raccolta e catalogazione dati.
3. valorizzazione e gestione di siti naturali ed archeologici, musei, biblioteche.
4. Organizzazione di itinerari turistico-culturali, religiosi, trasporto e guida degli utenti e turisti, ivi comprese visite guidate, attività escursionistica per la valorizzazione di località turistiche e di aree naturali, di percorsi enogastronomici, agro-alimentari, agrituristici, religiosi.
5. organizzazione e gestione di pubblicazioni, opuscoli, materiale informativo, anche tramite strumenti telematici, organizzazione e gestione di fiere, congressi, convegni e similari.

La cooperativa, nello svolgimento delle attività di promozione, progettazione, programmazione ed erogazione di servizi turistici e per la fruizione del patrimonio culturale, si avvale della collaborazione della neonata Associazione Culturale In Itinere. L’associazione, dotata di proprio statuto e con finalità analoghe a quelle della cooperativa (promozione della cultura, valorizzazione delle risorse culturali materiali e immateriali del territorio) svolge funzione di supporto e sostegno sia in fase di progettazione che in fase operativa delle attività previste da statuto.

 
 
 

SVG INTERNO

Sorry, your browser does not support inline SVG.

SVG INTERNO DARK

Sorry, your browser does not support inline SVG.

Contatti

MuBAC Soc. Cooperativa
Sede legale e operativa: Via Macelli snc, 87011 Cassano All’Ionio (Cosenza)
Referente principale: Avv. Gianpaolo Iacobini
Cell.: 392 922 1501
E-mail: coopmubac@legalmail.it

Via Macelli snc, 87011 Cassano Allo Ionio (Cosenza)