Progetto Nazionale Agesci: “Sentinelle di Positività” per edificare una nuova cultura del lavoro

La “positività pregiudiziale” caratterizza il nuovo Progetto Nazionale dell’Agesci che sarà dunque la “lente” attraverso cui guarderà la realtà di oggi e con cui potrà intravedere le sfide del domani. Nel documento che descrive le linee guida dell’associazione per i prossimi cinque anni, anche una particolare attenzione alla precarietà del mondo giovanile e la crisi del lavoro. “…Formulare percorsi di crescita per competenze, qualità da usare “da grandi” nel mondo del lavoro. La volontà è quella di restituire la speranza ai nostri giovani, contribuendo ad edificare una “cultura del lavoro”, capace di portare a sintesi le sue varie dimensioni,da quella personale, a quelle economica a sociale,puntando ad una formazione delle coscienze che favorisca l’occupazione sostenibile. Un approfondimento particolare di questo tema, dal punto di vista educativo, è la necessità di sostenere il cambiamento come espressione di coraggio e occasione di rafforzamento della propria identità”.