Nasce la cooperativa Senapa Etica

Si è costituita il 28 luglio 2009 la Cooperativa Senapa Etica, gesto concreto del Progetto Policoro della diocesi di Termoli – Larino.

 
Essa è il frutto del percorso di un gruppo giovani, tra cui la stessa Animatrice di Comunità, desiderosi di spendersi per il proprio territorio e di mettere in campo le proprie conoscenze e competenze, spesso acquisite fuori regione, per lo sviluppo di Termoli e del basso Molise.
 
La forma cooperativistica risponde alla scelta forte di democraticità, di protagonismo di tutti e di ciascuno e alla voglia di realizzare un’impresa che ponesse al centro la persona prima ancora del profitto.
Non a caso si legge nello statuto che “la Cooperativa intende porsi come strumento di collegamento tra i soci e non, creando reti territoriali, valorizzando le differenze sociali, etniche e culturali e promuovendo l’equità e la solidarietà dei rapporti anche materiali tra le persone e tra i popoli, la tutela della salute, dell’ambiente e delle risorse naturali, allo scopo di sostenere, sviluppare e promuovere tra i soci stessi l’associazionismo di base, l’autogestione economica e una qualità diversa e sostenibile dell’economia e del lavoro, favorendo progetti culturali ed economici (produttivi, di commercio, e di servizi) di tipo non violento, solidale ed ecologico, non speculativo che prefigurino un diverso e sostenibile modello di civiltà economica, oltre che morale e sociale, garantendo su tali progetti completa trasparenza ed informazione, nelle forme più precise ed efficaci.”
Diversi gli ambiti di intervento sui quali versa l’attività della cooperativa:
• Formazione: la cooperativa intende promuovere corsi di formazione nel campo della cooperazione, della gestione non violenta dei conflitti, della tutela e uso delle risorse e dei beni ambientali, del Terzo Settore, dell’imprenditorialità e gestione dei consumi familiari secondo i principi del consumo critico e sostenibile , certa che il cambiamento auspicabile nella società contemporanea passi prima di tutto attraverso la formazione delle coscienze. Destinatari di tali percorsi sono tanto i giovani quanto gli adulti impegnati in una formazione permanente.
• Progettazione: la cooperativa si impegna a progettare e gestire servizi attinenti agli scopi sociali partendo da una lettura dei bisogni del territorio ed offrendo risposte mirate capaci di coniugare la centralità del persona, la sostenibilità del progetto e i risultati attesi in un’ottica globale di responsabilità nei confronti del territorio. In tale ambito, emerge la professionalità specifica dei soci della cooperativa nella progettazione del servizio civile volontario per Comuni, associazioni o enti che ne facciano richiesta e allo stesso tempo l’accompagnamento dei giovani nell’apertura di nuove imprese, dalla fase di definizione dell’idea imprenditoriale, a quella della redazione del business plan, passando attraverso l’attività specifica di fund raising.
 
Ciò che contraddistingue la cooperativa e che ne costituisce senza dubbio il punto di forza è la presenza di professionalità e percorsi lavorativi diversi tra loro, ma che affondano le radici nella scelta del Terzo Settore come ambito privilegiato di intervento. Tale eterogeneità, lungi dal rappresentare un “ostacolo”, si è rivelata fin dalla fase di costituzione una ricchezza per la quantità e la qualità delle idee portate da ciascuno e per la creatività nella realizzazione delle stesse.
Tutti i soci, inoltre, hanno esperienza nella gestione di gruppi di lavoro, nell’accompagnamento alla creazione d’impresa, nella progettazione sociale e non e condividono uno stesso bagaglio culturale e di valori che privilegia, nella realizzazione dei propri obiettivi, la ricerca del bene comune e di uno sviluppo sostenibile attento alle esigenze e agli equilibri dei singoli e delle comunità.