XXIII GMG in Basilicata…

Tanti, tantissimi,noi giovani della Basilicata ci siamo dati appuntamento nello Stadio di Potenza il 19 e 20 Luglio per viver insieme i momenti della diretta con il Papa in veglia di preghiera . tra canti, striscioni colorati, zaini, sacchi a pelo, saluti, baci, abbracci e “bolle di sapone”!!!

 
  
Pochi i giovani lucani andati a Sydney per la XXIII GMG,al seguito dei Vescovi di Acerenza e di Melfi-Rapolla-Venosa. Tanti, tantissimi, circa un migliaio, ci siamo dati appuntamento a livello regionale nello Stadio “Viviani” di Potenza il 19 e 20 luglio per vivere insieme i momenti della diretta con il Papa in veglia di preghiera. I primi ad arrivare al campo nel pomeriggio di sabato 19 sono stati i giovani della diocesi di Matera che al mattino avevano avuto un ritiro spirituale con il loro Vescovo. La festa ha avuto inizio come previsto verso le 17,00, a suon di musica, animata da Diego, man mano che arrivava un gruppo e prendeva posto nel campo veniva accolto con canti ed applausi. Il via vai di giovani era continuo tra: canti, striscioni colorati, zaini, sacchi a pelo, saluti, baci, abbracci e “bolle di sapone”. Sì! “Bolle di sapone”! Noi AdC del PP, con i giovani del MLAC di Potenza, con i quali abbiamo avviato una collaborazione che si è consolidata per l’evento; abbiamo allestito uno stand: per farci conoscere e animare varie attività. Insieme abbiamo: somministrato un breve questionario sul lavoro; condotto gli incontri al “muretto dell’ascolto” e regalato il “bubblejob”, per fare bolle di sapone. Alle 19,30 ci siamo raccolti in preghiera guidati da S. Ecc.za Mons. Ligorio, Vescovo di Matera, e dai numerosi sacerdoti, alla presenza della statua della Madonna di Viaggiano, protettrice della Basilicata e della immagine del compianto fondatore delle GMG: Papa Giovanni Paolo II. Dopo la meditazione di Mons. Ligorio, alle 21,30 Mons. Nolè; Vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro ci ha introdotti nella Veglia di Preghiera con la Catechesi e l’Adorazione Eucaristica. Il buio della notte ha favorito il silenzio e la concentrazione che il momento richiedeva. Bello vivere questi momenti di spiritualità con tanti giovani provenienti da tanti paesi diversi, ritrovarsi dove non ci si conosce, ma uniti da una sola Persona: Gesù; e sembra così che si conosce da sempre. La festa si è animata con il cantante “Sergio Casabianca”, seguito dopo dal gruppo “Fuoco Vivo”: Giovani Francescani della regione che hanno deciso di condividere il loro talento nella musica e nella danza. A notte fonda, stanchi della giornata, abbiamo aperto i sacchi a pelo, alcuni si sono addormentati, altri chiacchieravano, altri in preghiera di adorazione, altri seguivano la diretta da Sydney, dai maxi-schermi. La sveglia del giorno 20 è stata all’alba, dopo una breve colazione, ci siamo raccolti per prepararci alla celebrazione della Santa Messa presieduta da Mons. Superbo, vescovo di Potenza, e vice presidente della CEI, insieme ai vescovi delle diocesi di Matera, Tricarico e Tursi-Lagonegro. Ad animare i canti era il nostro segretario regionale del PP, Giovanni Rosa con il suo gruppo. Nell’omelia, Mons. Superbo ci ha esortati ad esercitare “la pazienza” e ad “avere coraggio della speranza che c’è in noi, abbandonandoci in Lui e farci guidare dal Suo Santo Spirito” All’offertorio abbiamo portato uno scrigno contenente “i sogni, le attese e le speranze che i giovani lucani vogliono realizzare nel proprio territorio”, raccolti ai “muretti dell’ascolto”. Al termine della Celebrazione Liturgica i Vescovi hanno consegnato il Vangelo ai rappresentanti dei vari gruppi, associazioni o movimenti presenti, come “Mandato” per annunciarlo nella vita di tutti i giorni con l’esempio e la testimonianza. Verso mezzogiorno, un po’ stanchi ed assonnati abbiamo fatto ritorno a casa: ricchi di spiritualità e carichi di buona volontà