Messina, “Coltiviamo le Idee”: al via la Scuola permanente per imprenditori

«Un’economia che metta al centro la persona». Nasce con questo spirito il primo corso della Scuola permanente per imprenditori organizzato dall’Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti, Sezione di Messina. Il corso si svolgerà in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, il Progetto Policoro dell’Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela, l’associazione “Start Up Messina” e “Fab Lab” Messina, ed è rivolto ai giovani che intendono intraprendere un’attività imprenditoriale ed agli imprenditori che intendano acquisire delle competenze per affrontare l’impegnativo mondo aziendale, sulla base dei valori cristiani. Il corso si prefigge anche di completare la formazione già acquisita durante gli studi e/o durante l’attività lavorativa, con una serie di incontri sulla cultura d’impresa tenuti da docenti ed esperti.

 
«La scuola permanente nasce per sviluppare il talento dei giovani e accrescere le loro competenze» ha precisato Antonino Brudetto, vice presidente Ucid. «Sono anni che come imprenditori cristiani volevamo proporre un percorso che sviluppasse cultura di impresa ed oggi questo corso possiamo anche farlo rientrare tra i ‘Gesti Concreti’ del Progetto Policoro, esperienza in cui crediamo fortemente» ha spiegato Carlo Maletta, presidente Ucid.
L’inaugurazione della Scuola ha visto la presenza lo scorso 1 aprile del Presidente Nazionale UCID, Giancarlo Abete e dell’Amministratore Apostolico dell’Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela, Antonino Raspanti.
La particolarità del corso è data inoltre dall’affiancamento che i soci Ucid, imprenditori, dirigenti e professionisti di significative esperienze, daranno ai partecipanti, nel corso degli incontri, di supporto allo sviluppo delle idee imprenditoriali, nella creazione e/o conduzione dell’impresa; rimanendo un punto di riferimento nel prosieguo dell’attività imprenditoriale dei partecipanti. Gli incontri si terranno presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Messina.
 
Francesco Polizzotti