Cooperativa Sociale Ars Amandi

La cooperativa nasce nel 2010 grazie al percorso realizzato negli anni nel Progetto Policoro e nell'Associazione Gi.O.C. (gioventù Operaria Cristiana). I soci fondatori sono 4 ma ad oggi soltanto 2 operano in modo fattivo. Purtroppo non tutti i soci provenivano da un percorso di fede e di impegno nel territorio, questo ha determinato il cambiamento dei rapporti tra i soci, in quanto a lungo andare è emersa la scarsa motivazione soprattutto nei momenti di difficoltà, rappresentati dai primi anni.

La cooperativa nasce come risposta a un bisogno emerso sul territorio: la mancanza di centri diurni educativi per i minori portatori di handicap. Tanti sono stati gli incontri con le famiglie, le altre organizzazioni presenti tipo l'Anfass e altre associazioni impegnate nel territorio, ma la fatica è stata tanta, e lo è tutt'ora.

Il lavoro di rete tra le varie associazioni non esiste, purtroppo è un'amara realtà. Si ha paura del confronto del lavorare insieme; le famiglie in precedenza incontrate, una volta realizzato il centro, si sono ritirate, in quanto volevano un servizio gratuito. Piuttosto che pagare una quota hanno preferito lasciare a casa i bambini, e non offrire loro un percorso alternativo.

La cooperativa, allora, ha cambiato strategia di mercato, aprendo l'offerta educativa a tutti i bambini, compresi i portatori di handicap, e si è rivelata un'ottima strategia, capace di vivere in modo reale anche se faticoso l'integrazione sociale.

Ad oggi la cooperativa non riesce a garantire uno stipendio ai soci, ma un piccolo rimborso spese, ma la strada della cooperazione, soprattutto sociale, ha i tempi lunghi.
Il Progetto Policoro è stato di aiuto, soprattutto a livello nazionale. La diocesi nella persona del Vescovo ha sostenuto all'inizio l'avvio della coop, con un piccolo contributo, mentre la Parrocchia di San Paolo ha offerto la disponibilità nel realizzare le attività nei loro locali, almeno i primi mesi. Le Pastorali diocesane, invece, non hanno garantito un sostegno di, in particolare la Caritas, la quale ha volutamente negare un possibile percorso comune.
Policoro ha garantito l'avvio del progetto, il Presidente Emanuela Converso, ha lavorato per anni quale referente della filiera dell'evangelizzazione, questo ha garantito l'avvio e la progettazione. Tanti i momenti formativi attraverso la Confcooperative, ma ciò che ha permesso la concretezza e la realizzazione delle attività è stato il finanziamento da parte della Fondazione Tertio Millennio, attraverso le BCC, e l'assegnazione da parte del Comune di Rossano, di una sede in comodato d'uso gratuito. Il finanziamento della Fondazione Tertio Millennio è stato determinante perché ha dato i piedi e le mani alla cooperativa, attraverso le attrezzature si ha avuto la possibilità di lavorare in modo concreto.

Le attività svolte dalla cooperativa riguardano essenzialmente l'erogazione di servizi educativi e di natura sociale, volti all'integrazione dei bambini speciali attraverso momenti di aggregazione ludico-ricreativi, laboratori manuali ed esperienziali, nonché sostegno scolastico, capaci di fare da ponte con le realtà di famiglia scuola  compagni alla pari.

La cooperativa ha voluto sperimentare un ulteriore passaggio importante: l'apertura del centro a bambini normodotati, in modo tale da poter vivere e permettere la vera integrazione sociale, anche se pur più difficile e travagliata, ma ricca di soddisfazioni e gratificazioni. Questa è stata anche una scelta imprenditoriale, per allargare la proposta educativa a più famiglie e raggiungere più bambini.

Dal mese di Maggio 2012 la cooperativa dispone di una sede operativa, anche se di piccole dimensioni, ma ciò ha permesso l'avvio di un percorso strutturato.
Dal mese di settembre, oltre alle attività ludico-ricreative e dopo scuola, la cooperativa ha avviato delle giornate a tema (laboratorio di cucina-ballo-pittura.), coinvolgendo tutte le classi della scuola primaria, ottenendo una significativa risposta da parte dei bambini e delle famiglie.
La rete territoriale si è concretizzata, all'inizio con la Diocesi e la Parrocchia San Paolo, poi dopo nello specifico con il Comune di Rossano, con la BCC Terranova da Sibari, la scuola di formazione primaria Monachelle di Rossano.

I progetti realizzati sono stati:
- L'assegnazione da parte del Comune di Rossano della sede in comodato d'uso gratuito;
- Finanziamento Fondazione Tertio Millennio (due anni consecutivi);
- Laboratori pomeridiani aperti ai bambini della scuola primaria Monachelle di Rossano.

Le prospettive per il futuro riguardano soprattutto le relazioni con il comune di Rossano e la possibilità di poter partecipare ai piani di zona; aumentare il numero dei bambini attraverso una sede più grande; partecipare ai bandi comunali delle altre amministrazioni; partecipare ai bandi regionali, provinciali.

SVG INTERNO

Sorry, your browser does not support inline SVG.

SVG INTERNO DARK

Sorry, your browser does not support inline SVG.

Contatti

Cooperativa Sociale “Ars Amandi”
Sede legale: via Torre Pisani, 29 – 87067 Rossano (cs)
Referente : Emanuela Converso
Cell. 346.7974603
e-mail: e.converso@gmail.com
Facebook: Cooperativa Sociale Ars Amandi

Via Torre Pisani, 29 – 87067 Rossano (CS)