Home » News per argomenti » Rapporti di reciprocità » "Giù al Nord": esperienza di scambio e reciprocità tra la Diocesi di Rimini e la Diocesi di Lucera -Troia 

"Giù al Nord": esperienza di scambio e reciprocità tra la Diocesi di Rimini e la Diocesi di Lucera -Troia   versione testuale







Si è conclusa lo scorso 26 Agosto, l’interessante esperienza, nell’ambito della reciprocità tra chiese del nord e del Sud Italia il campo estivo e di formazione, “ GIÙ A NORD ”, proposto dalle animatrici di comunità del Progetto Policoro della diocesi di Rimini, Isabel Milazzo, e della Diocesi di Lucera – Troia , Alessandra Gorgone e guidato, nonché, sostenuto fortemente, dai rispettivi tutor: Don Antonio Moro (direttore della Pastorale Sociale e del Lavoro) e don Rocco Coppolella ( direttore della Pastorale Giovanile).
 
I giovani partecipanti a tale progetto, sono stati ospiti nella “ Casa di Sandra”, presso la Parrocchia di San Girolamo ( Rimini). Una full immersion nel mondo della Cooperazione.
La visita alle quattro cooperative sociali, sia agricole e sia di servizi, tra cui la Formica, Il Millepiedi, Cieli e Terra Nuova e Diapason, e alla Caritas Diocesana di Rimini, hanno impresso nelle menti e nei cuori del gruppo pugliese, un’esperienza di certo indimenticabile e che ha permesso ai visitatori di poter valutare e acquisire informazioni utili e interessanti da poter trasferire nelle proprie città, nel proprio posto di lavoro e nelle associazioni di cui fanno parte.
“Sicuramente – afferma Agata ( socia della Cooperativa “Nuovi orizzonti” nata grazie all’accompagnamento del progetto Policoro della Diocesi di Lucera- Troia – il nostro territorio ha buone risorse da poter utilizzare, ma bisogna cercar di cambiare la mentalità individualista che predomina nelle nostre regioni del Sud”.
Difatti uno degli obiettivi di questo progetto era la presa di coscienza di alcuni giovani del sud, di comprendere che “INSIEME SI PUO’”: si possono superare le differenze, si possono creare idee originali e durature anche in questo periodo di difficoltà sociale ed economica che si sta vivendo.
La forza di queste cooperative visitate sono: l’attenzione all’Altro, dal bambino con difficoltà psicofisiche al detenuto che si sente escluso dalla società; l’attenzione ai servizi e al rispetto dell’ambiente. Inoltre si è apprezzato il coraggio di giovani studenti che avevano un sogno e rischiando molto, sono riusciti a realizzarlo.
Il gruppo ha partecipato al Meeting di Rimini dal tema “Lavoro e Crescita”, nonché all’esperienza spirituale e di condivisione presso il Punto Giovane di Riccione. Hanno visitato la città di Rimini, conoscendo anche le sue bellezze storiche e artistiche, accompagnati da Cristian, guida turistica dell’Associazione Marinando.
Emozionante è stato il pranzo condiviso presso l’azienda Agricola di San Facondino e l’incontro con Roberto Soldati, membro storico della Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini, fondata da Don Oreste Benzi “La comunità si caratterizza per l'impegno dei suoi membri a condividere direttamente la vita degli ultimi facendosi carico della loro croce e attraverso di loro redimersi !”
Sua Ecc.za Mons. Lambiasi, in conclusione del campo estivo, incontrando il giovani partecipanti ha affermato – “ il Sud ha grandi possibilità di cambiamento. Gli sforzi saranno maggiori, ma bisogna confidare nei giovani, nelle loro capacità e nella loro voglia di cooperare insieme. Portate questa bellissima esperienza nelle vostre case e nelle vostre città e fatela “fruttare”- inoltre – Questo scambio tra Diocesi potrebbe essere un’idea anche per noi Vescovi, per conoscere realtà diverse dalle nostre”.
Di sicuro Alessandra, Jessica, Agata, Salvatore, Laura, Francesco, Silvia e Rosa faranno tesoro di queste parole e carichi di entusiasmo lotteranno per raggiungere i propri sogni, ben sapendo che “L’unione fa la forza!

 
 
Condividi su   Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie