Home » News per argomenti » Chiesa » Dal 13 al 20 aprile la tredicesima PrimaverAc  

Dal 13 al 20 aprile, a Jesi, la tredicesima PrimaverAc    versione testuale







Sarà “Artigiani di futuro: alla ricerca del proprio posto nel mondo” il tema della tredicesima edizione della PrimaverAc, l’iniziativa promossa dal 13 al 20 aprile dall’Azione Cattolica diocesana di Jesi. Il percorso, costruito con la collaborazione del settimanale diocesano Voce della Vallesina e del Progetto Policoro, prevede quattro appuntamenti. Ad aprire la rassegna sarà la conversazione con dom Gianni Giacomelli, priore del monastero di Fonte Avellana, in programma per venerdì 13 aprile, alle 21.15, nella sede dell’Azione Cattolica diocesana. Seguiranno tre incontri, diversi per tipologia e struttura, che proveranno ad approfondire alcune sfaccettature di una questione così complessa e articolata. “Scopo di questi appuntamenti – si legge in una nota – non è fornire soluzioni e ricette a portata di mano, ma condividere esperienze che possano servire da spunto a chi si trova nel bel mezzo di un percorso di ricerca e a quanti, nella comunità, sentono la responsabilità di accompagnare i giovani alla scoperta del proprio futuro”.
 
Sabato 14 aprile, dalle 18 presso la sala Valeri del Museo diocesano, il pittore e teologo Elvis Spadoni parlerà della via dell’amore, “una delle vie maestre da percorrere per arrivare a diventare quello che siamo capaci di diventare”. La condivisione di esperienze sarà invece il filo conduttore della tavola rotonda di giovedì 19 aprile nella sede dell’Ac diocesana. Dalle 21.15 Marco Bigi di Flyfood, Letizia Taccaliti del Progetto Policoro, Gabriele Galdelli del Gus e Marco Mela, Michele Pigliapoco e Nicola Pieroni, titolari del marchio “Whiskers”, racconteranno la loro esperienza, il loro modo di essersi messi in gioco senza la paura di seguire un’idea, un principio o una strada non prevista. Venerdì 20 aprile, dalle 18.30, si svolgerà presso la sede di Paradisi srl la visita ad una realtà imprenditoriale e l’incontro con chi la guida, Sandro Paradisi, “per provare a ragionare insieme a lui – spiegano i promotori – sul perché oggi chi investe sui giovani viene considerato ‘coraggioso’”.
 
 
Fonte AgenSir
Condividi su   Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie