Home » News per argomenti » News dalle Diocesi » Un'opportunità per fare impresa 

Un'opportunità per fare impresa   versione testuale







Si è svolto nella serata di mercoledì 14 Marzo presso la casa del laicato a Gioia Tauro il convegno dal tema: ‘Un’opportunità per fare impresa’. L’iniziativa è stata promossa dalle animatrici del Progetto Policoro diocesano, Carmelita Agostino e Adriana Raso e in collaborazione con Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. Scopo dell’incontro: rilanciare la conoscenza degli strumenti reali e concreti per creare nuove attività per lo sviluppo e la valorizzazione delle bellezze dei vari territori, in particolar modo del Sud, nonostante le marcate e tangibili difficoltà. 
Dopo il saluto di benvenuto del vescovo della diocesi di Oppido – Palmi S.E. Mons. Francesco Milito, don Pino Demasi, tutor diocesano del Progetto, ha offerto ai partecipanti una riflessione che ha permesso di dare all’incontro una cornice di senso: “Perché restare al sud?”. Una domanda che interpella ogni giovane calabrese a cui è possibile rispondere se, con gli occhi della fede, riusciamo a scorgere la chiamata di ciascuno a essere testimoni di bellezza e di speranza, anche in luoghi come la Piana di Gioia Tauro, in cui le povertà, l’abbandono e le difficoltà sembrano avere l’ultima parola. “E’ vero, viviamo tra gente che spara, ma la maggior parte dei calabresi è gente che spera, è gente che lotta per cambiare, onorando il nome di questa terra che secondo la sua etimologia greca – Kalon-brion – significa faccio sorgere il bello.” Allora, se nel nome è scritta la storia di ciascuno, nascere in Calabria non è una disgrazia, ma una chiamata, una vocazione. Con Monica Tripodi, nostra referente nazionale dei Gesti Concreti, abbiamo conosciuto più da vicino la Generazione Z: la generazione dei nativi digitali, colta, pragmatica, mobile-first e affamata di relazioni e di valori. I Gen Z la cui parola d’ordine è “fare”, hanno l’imprenditoria inscritta nel DNA, per questo possono e vogliono sfidare la crisi di questo tempo. Fresco e stimolante, l’intervento di Monica ha catturato l’attenzione dei Gen Z presenti. Motivo? E’ raro, rarissimo –affermano- sentire parole positive nei loro confronti! La testimonianza di Gianfranco Scaramozzino, AdC senior della nostra Diocesi, ha ricordato l’importanza del Progetto Policoro per lo sviluppo del territorio e ha permesso, a quanti ancora non lo conoscevano, di entrare in connessione con la rete e gli strumenti che il progetto offre a supporto delle idee dei giovani che desiderano mettersi in gioco. Più tecnico l’intervento dei rappresentanti di Invitalia che dopo aver illustrato l’architettura dell’intervento “Resto al Sud”, un’opportunità per fare impresa rivolta ai giovani delle regioni del mezzogiorno, ha invitato i giovani presenti ad approfittare dell’accompagnamento che il Progetto Policoro offre, perché le buone idee hanno bisogno di tempo, discernimento e accompagnamento, per diventare idee imprenditoriali capaci di resistere al mercato. 

                                                                                                                                                                                                                        Adriana Raso
 
Carmelita Agostino 
Condividi su   Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie