Home » News per argomenti » News dalle Diocesi » Il Progetto Policoro di Lungro approda in Polonia 

Il Progetto Policoro di Lungro approda in Polonia   versione testuale







Un articolo sull'esperienza del Progetto Policoro nell'eparchia di Lungro, è stato pubblicato su una delle testate giornalisiche on-line più importani polacche.
Ecco di seguito il testo originale: 
 
IL “PROGETTO POLICORO” : GIOVANI A SERVIZIO DEI GIOVANI
Testimonianza dall'Eparchia di Lungro – Calabria- Italia
 
Una frase di Rabindranath Tagore recita:”Sognai, e vidi che la vita è gioia; mi destai, e vidi che la vita è servizio. Servii, e vidi che nel servire c’è gioia”.
Ogni persona impegnata nel servire Dio, accetta la sua chiamata con un sì. Un sì che è espressione della bontà divina, nella consapevolezza che la vita stessa è un dono che diventa compito. Un sì generoso e responsabile, segno quasi di una predilezione particolare a ricevere una missione, un bene ricevuto che si trasforma in offerta e dono.
L'eparchia di Lungro, unica diocesi bizantina in Calabria, nel sud Italia, da tempo, ormai, dà particolare attenzione ai suoi giovani con iniziative mirate e esperienze educative che tengono conto dell'evoluzione del loro essere e del loro relazionarsi.
 
I giovani, risorsa e sfida di un presente proteso al futuro, sono coloro che giocano il proprio protagonismo nel lavoro, visto come luogo di impegno personale, e nel sociale, come contesto di espressione e testimonianza di crescita culturale nella legalità, nella solidarietà e nella speranza. Sono loro, i giovani, che “fanno vangelo” in una chiesa che li culla e li sostiene come una madre, una chiesa che dona loro gioia e speranza perchè investe su di essi educandoli e accompagnandoli lungo un percorso di autorealizzazione e prospettive concrete di futuro.
In questo li aiuta il “Progetto Policoro”, iniziativa ecclesiale pormossa dalla Conferenza Episcopale Italiana nata nel lontano 1995 come segnale di rinnovamento e speranza per quei giovani che vivono il problema della disoccupazione e del lavoro precario. L'Animatore di Comuità, referente triennale diocesano di progetto, è un giovane che aiuta i ragazzi ad interrogarsi sul proprio senso della vita; li stimola a riconoscere in sé stessi e tirar fuori tutti i sentimenti e le emozioni più positive che danno la carica giusta e l'entusiasmo necessario per vincere lo scoraggiamento e il malessere, per farli diventare protagonisti attivi in una società in cambiamento. Insieme si progettano azioni e iniziative di evangelizzazione, promozione sociale e sviluppo in un'ottica di costruzione di un modello di accompagnamento. L'accompagnamento diventa anche affiancamento all'AdC successivo che prosegue in questo lavoro di “tessitura di relazioni” tramite ascolto e supporto.
 
In questo scenario trovano collocazione anche la comunicazione, la multimedialità e la metodologia “Edutainment” (imparare facendo, divertendosi), in vista di una “fede globale e integrale, partecipativa e creativa, affascinante e attraente”. Sono proprio i tratti antropologici che i new e i social media stanno determinando nei giovani adulti che portano tutte le azioni a focalizzare sulla relazione educativa più pertinente a una maturazione umana integrale e a un cammino di crescita nella fede in cui predominano il soggetto, l'educazione alla responsabilità, la relazionalità e l'apertura verso gli altri.
Il mio impegno quotidiano in questa avventura ha come sottofondo le parole di papa Francesco ai volontari delle GMG a Cracovia quando, ringraziandoci tutti per l'impegno e la generosità con cui avevamo accompagnato il nostro servizio, ci spronava ad avere coraggio nel donare la nostra testimonianza di fede e di vita, speranza della Chiesa del futuro. E come diceva Santa Teresa di Calcutta, che con noi bizanini dell'eparchia di Lungnro condivide le stesse origini albanesi,“Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno, non è vissuto invano”.
 
 
 
Maria Antonietta Manna
Animatore di Comunità-Progetto Policoro
Eparchia di Lungro (Italia)
 
 
Condividi su   Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie