Home » News per argomenti » News dalle Diocesi » 7 passi per una Start-up: dall'idea al progetto - corso di formazione all'autoimprenditorialità 

7 passi per una Start-up: dall'idea al progetto - corso di formazione all'autoimprenditorialità   versione testuale







La diocesi di Andria attraverso il Progetto Policoro propone un corso di formazione e orientamento all’autoimprenditorialità. L’obiettivo è quello di sostenere ed incentivare l’autoimprenditorialità giovanile, guidando gli aspiranti imprenditori a concretizzare la propria idea d’impresa mediante l’acquisizione di conoscenze necessarie per lo start-up.
 
Il corso è gratuito ed è rivolto a tutti i giovani, dai 18 ai 35 anni e consiste in 4 incontri e 3 laboratori (dalle ore 17.00 alle ore 20.00) che si terranno presso l’Opera diocesana “Giovanni Paolo II”, sito ad Andria in via Bottègo, 36.
 
Di seguito, il programma nel dettaglio:
 
17 gennaio - Il lavoro che vogliamo: libero, creativo, partecipativo e solidale
(don Peppino Balice e U.C.I.D.)
23-24-30 gennaio 2018 - Dallo sviluppo dell’idea d’impresa allo start-up
(dott.ssa Rossana Giorgio - Commercialista)
31 gennaio 2018 - Marketing e comunicazione aziendale nell’era digitale
(Studio Refresh – Agenzia di marketing e comunicazione)
6 febbraio 2018 - Finanziamenti e agevolazioni per l’imprenditoria giovanile
(dott. Nicola Pugliese – Commercialista)
7 febbraio 2018 - L’esperienza del Microcredito nella Chiesa: Progetto Barnaba e Prestito della Speranza (don Mimmo Francavilla – Direttore Caritas)
 
Le iscrizioni potranno essere effettuate inviando un’ email all’indirizzo di posta: diocesi.andria@progettopolicoro.it indicando: nome e cognome, data di nascita, recapito telefonico, titolo di studio e (facoltativa) breve presentazione dell'idea imprenditoriale.
 
In seguito al corso, i migliori progetti d'impresa sviluppati potranno essere accompagnati dagli Animatori di Comunità del Progetto Policoro e finanziati tramite il microcredito della Caritas diocesana “Progetto Barnaba – dare credito alla speranza” o dal “Prestito della Speranza”.
 
 
Marianna Volpe
 
Condividi su   Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie